Monte San Giovanni in Fistola e Collalto Sabino

MONTE SAN GIOVANNI IN FISTOLA E COLLALTO SABINO E/T
(DdG: G. Motteran e B.M. Testarmata)
Ritrovo: ore 7:30 presso Piazzale Ostiense (lato mura). Partenza ore 7:45. Se con il Pullman fermata a richiesta a Largo de Dominicis (Portonaccio).
Viaggio: con pullman o con auto private con autostrada Roma-Aquila Uscita Carsoli. Eventuale sosta grill Civita. Proseguimento per Collalto Sabino con la SP Turanense. Per il tipo di gita, il viaggio potrà essere effettuato sia in pullman che con le macchine private. Collalto Sabino è un borgo posto a 900 metri di altezza, è composto da un centro storico formato da stretti vicoli e scalinate, è uno dei 100 borghi più belli d’Italia, circondato da ricchi boschi di castagni e faggi secolari ed inserito nella riserva del Cervia e Navegna: domina la valle del Turano, la Piana del Cavaliere e di Carsoli. Dalle parti più elevate è visibile un panorama che spazia dai Simbruini ai Lucretili, dal Gran Sasso al Velino. Un borgo ricco di storia con vestigia medioevali testimoniate dalla cinta muraria e dal Castello baronale, questo costruito nel 1440 sopra una torre di avvistamento dei saraceni; è appartenuto da sempre a nobili famiglie come i Barberini, i Savelli ed i Mareri. La posizione del paese è stata da sempre un punto di osservazione strategico tra le valli del Turano e del Salto, della via Tiburtina-Valeria e posto sul confine tra lo stato Pontificio e il Regno dei Borboni.
Escursione: lunghezza totale 7 km dislivello in salita 350 circa. Inizieremo l’escursione partendo dalla parte alta del paese costeggiando le mura della rocca medioevale. Nella prima parte una discesa di circa 100-150 metri di quota, poi un sentiero tra i boschi ci porterà fino alla cima del Monte San Giovanni (1025 m slm) sulla cui sommità sono situati i ruderi di un monastero benedettino e della chiesetta dedicata a San Giovanni in Fistola fondata tra gli anni 870 e 1000 costruita su un antico basamento e mura poligonali di un tempio romano o preromano (probabilmente una popolazione italica: Equi?) dedicato a Giove Pollente o ad Ercole. Il rilievo è la prima cima, della lunga dorsale Cervia-Navegna ed è inserita nel parco omonimo. Nel 2000 sono stati effettuati importanti scavi archeologici con ritrovamenti di cisterne, depositi votivi, lavorazioni in piombo, ceramica e vetro risalenti al II Sec a.c., nonché tombe medioevali. Sulla via del ritorno percorreremo un sentiero ad anello attorno al rilievo stesso. Tornati in paese concluderemo con la visita del Castello. Questo è circondato da possenti mura merlate, torrioni, piazze d’arme e il ponte levatoio. Il costo delle visita guidata è di 5 Euro alle ore 15,00 (sconto per gruppi).
Rientro: previsto per le 18,00, traffico permettendo, percorrendo la stessa strada dell’andata.
Spesa: per il tipo di gita, il viaggio potrà essere effettuato sia in pullman che con le macchine private; con il pullman verrà suddivisa tra i partecipanti in parti uguali (in base alle disposizioni dell’associazione); con le auto private, verrà suddivisa tra i componenti stessi per un totale di 40 € ad auto.
Note: Pranzo al sacco, dotarsi d’acqua, scarponi con suola scolpita e bastoncini telescopici. Non dimenticate gli indumenti di ricambio.
Iscrizioni: entro e non oltre il 3 Novembre per confermare il pullman presso 

Guido Motteran: tel.: 333.5858517 – 06.58209165 guido.motteran libero.it
Bianca Maria Testarmata: stessi recapiti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi