Monte Marsicano

(DdG: F. Farroni)

Come anticipo dell’escursione sulla Serra Traversa, sempre fra i colori dell’autunno e il bramito dei
cervi, una montagna “alta”, nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Secondo alcuni la più alta
del Parco, in quanto il monte Greco si trova nella zona di protezione esterna.
I Marsicani sono un insieme di gruppi e di sottogruppi montuosi. Questo comprensorio geografico
comprende quindi parecchie cime, anche distanti tra loro; molte superano i 2000 m (oltre 50). Il monte
Marsicano, con i suoi 2253 m non è il più alto, il monte Greco ad esempio raggiunge la quota di 2285
m. In compenso dovrebbe essere la cima più alta del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise poichè
il monte Petroso è di “soli” 2243 m. Sull’altezza della montagna c’è anche altro, guardando le carte
topografiche ci si accorge subito che la cima ufficiale (quella con la croce per intenderci) è alta 2245 m
ed è indicata come Monte Marsicano mentre la cima (senza nome) distante circa 700 m verso est viene
indicata con l’altezza di 2252 m e quindi più alta. Un “mistero” locale che lasciamo risolvere a chi si
occupa di cartografia e/o censimento; nel dubbio non resta che salirle entrambe.
Viaggio: con auto private. Avvicinamento via Autostrada del Sole fino a Ferentino, poi superstrada per
Sora e salita a Forca d’Acero.
Si parte dalla strada marsicana, dopo aver lasciato un’auto a Opi nel luogo di arrivo (le casette di Opi). Dopo il ponte del Forcone e si attraversa il bosco delle Cerreta nel quale si incontrano macchie di ginepro e rosa canina. Successivamente il sentiero un complesso di capanne in pietra, tipiche della zona, note come le “Capanne di Mingone”. Dopo un po’ più di un’ora circa si giunge alla casetta dello stazzo di Forcone. La fatica per arrivare fino in cima è completamente ripagata dall’incantevole paesaggio e dal probabile incontro con cervi, camosci e tracce dell’orso. Altra meta obbligata è l’ anticima di m. Forcone che è il punto più alto del massiccio con i suoi 2253 m. La discesa la effettueremo sul sentiero E6 che ci riporterà ad Opi dove recupereremo le auto
Ritrovo: ore 6:00 a Piazzale Ostiense (lato mura).
Dislivello e tempi: 1200 m di salita e poco meno di discesa. Ore 3:30+2:30 (escluso le soste).
Spesa: 65€ ad equipaggio, da suddividere fra i componenti. Per i non soci altri 5 euro (incluso
assicurazione)
Rientro a Roma: previsto attorno alle ore 20:00 … ma se qualcuno lo desidera si potrà fermare per
l’escursione del giorno dopo sulla Serra Traversa
Iscrizioni: a Fabrizio Farroni (335.7272381; ffarroni@sogei.it) entro giovedi 13.
Ricordare gli indumenti di ricambio, i bastoncini telescopici, acqua, cibo e tanta energia!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi