Il monte più alto del Lazio? Monte Gorzano

(DdG: M. Grassilli, S. Marchesi, F. Farroni)

 

Da Cesacastina per la Valle delle Cento Cascate formate dal torrente che scorre nel Fosso dell’Acero, bellissima escursione alla cima più alta del Lazio

DESCRIZIONE: Salita: da Cesacastina si segue la strada sterrata che sale a monte del paese, traversa l’Altopiano delle Piane e porta a un incrocio, prima del bivio c’è il segnale di divieto di transito. Qui si parcheggia, a 3 km dal paese. A piedi, al bivio, si va a sinistra, si scende ed in breve, dopo aver lasciato a sinistra uno stradino secondario, si arriva ad un ponte sul Fosso dell’Acero. Superato il Fosso, in salita si arriva a un altro bivio, si va a destra e si giunge presso un piccolo rifugio dell’ Enel 1365 m. Esattamente dietro al rifugio parte il sentiero segnato che più in alto sale parallelo al corso d’acqua (Fosso dell’Acero o Valle delle Cento Cascate). Splendido itinerario! Si costeggia un torrente che scorre su lastronate di arenaria,in fondo il Gran Sasso domina la scena, in tutta la sua maestosità. Il rumore dell’acqua che precipita lungo il fosso è sempre presente e ci accompagna fino alla Sorgente Mercurio. Usciti dal bosco si continua sempre lungo la riva sinistra (senso di marcia) del torrente fino a incontrare una sterrata che arriva da destra. Poco oltre la sterrata c’è la Sorgente Mercurio 1759 m e uno stazzo con una capanna di lamiera, ci troviamo al centro dell’anfiteatro chiamato le Cento Fonti racchiuso, a destra, dalla lunga Costa delle Troie, davanti, dalla cresta dei Monti della Laghetta e, a sinistra, dal Fosso della Laghetta. Dalla quota 1759 m si nota verso destra un tratturo che sale in ripida diagonale la Costa delle Troie raggiungendo il filo di cresta che scende dal Gorzano in direzione Sud-Est nella località Arsecco, è questo punto che dobbiamo raggiungere per poi risalire la cresta fino sul Monte Gorzano 2458 m, la più alta montagna del Lazio. Raggiunta l´Arsecco si inizia la lunga salita della cresta Sud-Est (Costa delle Troie), a quota 2239 m la si lascia per traversare i prati d´altura con una diagonale verso Nord, senza nessuna difficoltà si raggiunge la cresta Est, lungo la stessa si sale sul Monte Gorzano 2458 m. Discesa: come per la salita. L’appuntamento: alle 6:30 a L. go de Dominicis (Portonaccio), il ritorno a Roma è previsto per le 19:30. Viaggio: da Roma si percorre la Strada dei Parchi (autostrada A24 Roma-L´Aquila-Teramo), usciti al casello L´Aquila Ovest si prende la Strada Statale 80 del Gran Sasso d´Italia direzione Teramo, giunti al paese di Aprati si gira a sinistra per Cervaro-Crognaleto, subito dopo il ponte sul Fiume Vomano trascurare la strada di sinistra e continuare dritti, al bivio successivo si gira ancora a sinistra per Cervaro-Frattoli-Cesacastina e poche centinaia di metri dopo si va a destra per Cesacastina. Costi, abbigliamento e attrezzatura: Vedi Pag. 2 Raccomandazioni: si tratta di un’escursione che prevede oltre 1.100 m di salita. I DdG si ri riservano di confermare l’escursione in casi di condizioni meteo sfavorevoli. Iscrizioni: entro mercoledì 8 Giugno 2016 presso Marta Grassilli (348.3996136), Stefano Marchesi (333.3784691), Fabrizio Farroni (335.7272381)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi