Everest: La prima gloria e la penultima vittima (I. Grassilli)

Riprendiamo gli incontri culturali mensili, dopo la pausa estiva, con una stimolante serata di cultura alpinistica.
Gli 8.848 metri del tetto del mondo ci consentono di definirla una serata ad “alta quota”.

Si articolerà in tre momenti, ciascuno della durata di circa 25 minuti:.

● Un omaggio a quella bella figura di uomo e di alpinista che fu Tenzing Norgay, lo sherpa che nel
1953 conquistò, con Edmund Hillary, la più alta montagna del mondo. Saranno utilizzati brani tratti
dal suo libro “Primi sull’Everest” (dettato ad un giornalista, perchè …….).
● Un filmato che rievoca, dal vivo, la disavventura di un alpinista australiano e dell’amico che lo ha guidato. Dopo sette tentativi falliti, riesce a raggiungere la vetta. Ma ha esaurito le forze e lì ci
resta…per sempre. Il compagno (mutilato nei piedi per il congelamento) avrà bisogno di molto
tempo per riprendersi da una profonda crisi di coscienza.
● Uno scambio di opinioni fra di noi sulla difficoltà di coniugare la forza di attrazione di una impresa “estrema” con i rischi che la stessa necessariamente comporta. Non solo in campo alpinistico.

Ti aspettiamo!! Porta i tuoi amici.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi