Cammino di San Francesco – I santuari della valle santa

La Valle Santa reatina: il cuore del Cammino di San Francesco. Dopo la bella esperienza del raduno intersezionale sui monti reatini e la visita all’eremo di Poggio Bustone, vi proponiamo 3 giorni di pellegrinaggio, poco prima del periodo natalizio, sulle tracce di  San Francesco nella Valle Santa.

Inizialmente avevamo pensato al cammino di San Benedetto ma abbiamo poi compiuto un salto di 800 anni. Percorreremo comunque un tratto comune ai due sentieri il primo giorno partendo proprio da Poggio Bustone, per poi dedicarci agli altri santuari francescani, rimandando il sentiero benedettino a giornate più lunghe e più calde. Il Santo visse in questa valle una delle stagioni più intense della sua breve vita. Con certezza sappiamo che giunse nel reatino nel 1223, ma non si possono escludere soggiorni precedenti. Lasciò la valle nella primavera del 1226, pochi
mesi prima della morte. San Francesco scelse la Valle Santa per compiere tre gesti fondamentali della sua vita e della sua spiritualità: nel 1223 volle il primo Presepio della Cristianità, lo stesso anno scrisse la Regola definitiva dell’Ordine e, probabilmente, quell’inno tenerissimo che è il Cantico delle Creature. Sulle tracce di questi gesti e tra suggestioni culturali, spirituali, naturalistiche e anche gastronomiche, percorreremo in tre giorni i sentieri che ci porteranno a
toccare tutti e 4 i santuari della Valle Santa.

Sabato 5 Dicembre: partenza da Roma alle ore 7:45 con auto private (o con pullmino aggiunto se richiesto dai partecipanti) per raggiungere il santuario di Poggio Bustone intorno alle 9:15. Breve visita all’eremo inferiore con la chiesa e il suggestivo chiostro e ripresa alle ore 10.00 per il Santuario de La Foresta (13 km – 3 h) dove sosteremo con il nostro pranzo al sacco. Dal Santuario proseguiremo per Rieti. Possibile visita alla città sotterrane (10 € a persona) e possibilità di partecipazione alla S. Messa serale alle ore 18:00 alla Cattedrale di Santa Maria.
Pernottamento presso un istituto religioso, o albergo, secondo la disponibilità.
Distanza km 18 circa 5 ore di cammino.
Dislivello 250 m in salita, 625 in discesa.

Domenica 6 Dicembre: partenza alle ore 8:30 da Rieti, dopo una breve visita alla Chiesa di San Francesco. Arriveremo a Fonte Colombo in un’ora di cammino. Visitato il santuario dove  Francesco, tre anni prima della sua morte, mette mano alla redazione definitiva della Regola dei  Frati Minori, andremo verso l’eremo di Greccio, una straordinaria fusione di architettura e natura, incassato nella roccia.. Prevediamo di arrivare con circa 4 ore di cammino spezzate dal pranzo al  sacco a Contigliano, lungo il percorso, e una volta giunti visiteremo il santuario dove nella notte di  Natale del 1223 fu celebrata la prima rievocazione della Natività di Betlemme, il primo presepe. Pernottamento all’Oasi di Greccio.
Distanza 23,4 km circa 6 ore di cammino.
Dislivello 470 m in salita, 390 m in discesa.

Lunedì 7 dicembre: partenza da Greccio alle ore 8.30 per dirigerci verso i laghi di Ripa Sottile e il lago Lungo. Lì sosteremo per il nostro pranzo al sacco per poi dirigerci al santuario di San Giacomo a Poggio Bustone, dove termineremo il nostro cammino intorno alle 17.00 con una breve meditazione sulla misericordia, tema dell’Anno Santo che si aprirà domani. 8 dicembre. Riprese le nostre auto, pensiamo di rientrare a Roma per le ore 19.00
Distanza 28 km circa 7 ore di cammino.
Dislivello 430 m in salita, 250 m in discesa.

Informazioni

Trattandosi di un percorso che si svolge interamente a piedi per circa 70 km in tre giorni è riservato a chi desidera effettuare un pellegrinaggio che, pur se su comodi sentieri, è di un discreto impegno. Se qualcuno desidera partecipare ma non ritiene di poter effettuare tutto il percorso a piedi, è possibile studiare l’affiancamento di un pullmino, per il quale si deve trovare un autista disponibile tra i partecipanti, che potrà essere di supporto logistico. In questo caso i partecipanti potranno effettuare alcuni tratti e poi usufruire del pullmino, anche alternandosi alla guida, per ridurre le tappe.
I DDG considerano che il numero massimo possibile di iscritti è di 18 persone, vista la peculiarità della proposta e la disponibilità di posti nelle strutture locali.

Per chi percorre il percorso a piedi, si propone un itinerario che non dedicherà molto spazio alle visite turistiche durante il percorso, in considerazione dell’esigenza di arrivare al santuario finale con la luce del sole, diversamente da chi, usufruendo del pullmino, avrà la possibilità di dedicare più tempo ai luoghi che incontreremo lungo il percorso.
Attrezzatura indispensabile: pedule o scarponi, mantella, cambi di vestiti, giacca a vento, pile, bastoncini telescopici, lampada frontale o torcia e giubbotto rifrangente (per eventuali arrivi serali).
Abbigliamento in generale invernale, comprensivo di guanti e cappello, tenendo conto della possibilità di pioggia.
Costi previsti: pernottamento circa 100 €, comprensivi della cena, pasti al sacco e visita a Rieti
sotterranea esclusi.
Costo auto 40 € ad equipaggio. Costo eventuale del pullmino da valutare in base ai partecipanti interessati.
Poiché in questo periodo ci saranno molti pellegrini che occuperanno diverse strutture religiose per
giungere a Roma in occasione del Giubileo straordinario, sarà necessario prenotare in tempo e quindi le iscrizioni si chiuderanno entro il 15 novembre.
Per ulteriori chiarimenti contattare i ddg Fabrizio Farroni (cell 335.7272381 ffarroni@sogei.it ) e Guido Motteran (cell 333.5858517 e tel 06.58209165 guido.motteran@libero.it)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi